La ricetta perfetta: Graffe integrali agli agrumi, quasi light

Va bene, devo scoprire le carte, è giunto il momento: nella mia casa nuova non ho un forno tradizionale, né tantomeno una planetaria o un robot. Niente Bimby, niente Kitchen-Aid. Lo so, lo so, non ci dormo bene la notte nemmeno io, eppure avere le mani in pasta è una cosa a cui non riesco a rinunciare. E non riesco a rinunciare nemmeno al voler fare le ricette che dico io, quando dico io.

Nello specifico, avevo voglia di qualcosa di dolce, soffice e possibilmente light (era quel periodo del mese, urgh!). Di solito questi tre aggettivi li racchiudo in un solo pensiero: GRAFFE! Le ciambelle napoletane di patate.

Le graffe di mia madre sono qualcosa di spettacolare, cicciose, croccanti fuori e morbidissime dentro. Le aromatizza all’esterno con zucchero e cannella, mentre l’impasto all’interno è quasi neutro e… si sciolgono in bocca. Purtroppo, però, mia madre ha un solo difetto in cucina: non pesa nulla.

Fa tutto ad occhio, lievito compreso (badando a metterne comunque pochissimo) e le cose le riescono – leggendario è anche il suo babà, di cui, ovviamente, non sapremo mai la ricetta precisa. Lei dice di avere “la bilancia nelle mani“, secondo me è più qualcosa che ti viene infuso stile magia nera quando cresci negli anni ’60 in una famiglia contadina. Comunque sia, io adoro le graffe. Ne ho una passione smodata.

E così, l’altro giorno, ho provato a rifarle. Devi sapere, mio caro lettore, che io invece sono una schiappa coi lievitati. Ho provato miliardi di ricette e me ne sono venute bene una percentuale risibile. Quindi ho adattato questo dolce tradizionale alle mie esigenze: quella di una che farebbe morire anche il lievito mastro fornaio (signor Mastro fornaio, per sponsor io ci sono, eh!) per intenderci.

 

graffe-dietetiche-light

 

Sono venute SPET-TA-CO-LA-RI! Farina integrale pochissimo zucchero, una patata, yogurt greco e poco altro, ecci cosa serve.
Lo so che stai pensando: e come le hai cotte? Fritte, ahimè, ma sono sicura che anche al forno verrebbero ottime. Purtroppo non posso assicurartelo, ma se provi, fammelo sapere!

La ricetta si è rivelata incredibilmente semplice da impastare anche senza robot, e di velocissima esecuzione. Nel post della mug-cake ti avevo detto che stavo sperimentando l’uso del microonde; infatti stavolta ho lessato la patata pensando a come farla venire morbida, ma non troppo acquosa: EUREKA! Un piatto fondo, pochissima acqua, la patata sbucciata e tagliata a dadini e poi coperta con la pellicola. L’acqua bollendo ha creato il vapore che è rimasto chiuso nella pellicola (si gonfierà leggermente, ma nulla di preoccupante) e dopo 8 minuti a 700watt la patata era perfetta.

Insomma, promuovo le mie graffe, ciambelline, o come vuoi chiamarle a pieni voti!
Se non hai problemi di linea, comunque, puoi sostituire lo yogurt greco con 50/60 grammi di burro oppure con po’ di latte. Inoltre, tieni presente che la grammatura della farina è indicativa. Impasta a mano e aggiungi piano piano altra farina – se necessario – finché l’impasto smetterà di attaccarsi alle dita!

impasto-graffe

 

Graffe integrali di patate e agrumi (per 8 ciambelle)
Wholemeal citrus skinny donuts (8 donuts)
Write a review
Print
Prep Time
2 hr
Cook Time
20 min
Total Time
2 hr 20 min
Prep Time
2 hr
Cook Time
20 min
Total Time
2 hr 20 min
Ingredients
  1. 70gr di farina integrale
  2. 80gr di farina Manitoba
  3. 1 uovo
  4. 100gr di patate lesse
  5. 1 cucchiaio di zucchero + quello per la decorazione
  6. 50gr di yogurt greco o quark
  7. 1/2 cucchiaino di lievito di birra in polvere
  8. 1 limone piccolo
  9. 1 arancia piccola
  10. sale
  11. __
  12. 70gr of wholemeal flour
  13. 80gr of strong flour
  14. 1 egg
  15. 100gr of boiled potatoes
  16. 1tbsp of sugar + for decoration
  17. 50gr of greek yogurt
  18. 1/2 tsp of brewer's yeast
  19. 1 organic lemon
  20. 1 organic orange
  21. salt
Instructions
  1. Lessa la patata o cuocila al microonde come spiego nel post
  2. Mettila nel mixer insieme allo yogurt per creare una cremina
  3. Su una spianatoria in legno mischia le polveri e fa' un buco al centro
  4. Versa l'uovo e la cremina ottenuta con le uova
  5. Impasta e all'ultimo aggiungi un pizzico di sale e le scorze di agrumi
  6. Se l'impasto è appiccioso aggiungi altra farina
  7. Copri e lascia lievitare almeno un'ora
  8. Prendi un pezzo di pasta e crea un filoncino che arrotolerai a formare le ciambelle
  9. Dopo averle create tutte falle lievitare almeno un'altra ora
  10. Friggi in olio di semi caldo (se hai il termometro friggi a 180° costante) un paio di minuti per lato
  11. Tuffa subito nello zucchero e mangiale calde
  12. Si mantengono fino a quattro giorni chiuse in un contenitore ermetico!
  13. ___
  14. Cook the potatoes in water or steamed (also microwave)
  15. Put it in a blender with yogurt to create a creamy sauce
  16. On a wooden table mixe the powder and makes a hole in the middle
  17. Pour the egg and the potatoes cream
  18. Kneads well and add a pinch of salt and citrus zests
  19. If the dough is wet add more flour
  20. Cover and allow to rise at least an hour
  21. Take a piece of dough and creates a loaf, close it on itself
  22. After creating all the donuts, let them to rise at least another hour
  23. Fry in hot oil (if you have the thermometer set it on 180°C) a couple of minutes per side
  24. Plunges immediately into sugar and eat them hot!
Notes
  1. In Naples, where I live, "graffe" are a delicious fried donuts covered with granulated sugar. They're amazing, and, even if they are a typical carnival sweets, we eat them all year long (luckily!). They are similar to german krapfen, but the're made of potatoes making them extremely soft. I changed the recipe to make them skinny and, instead of frying them you can try with the oven on 180°C for about 15 minutes! Let me know if you try the recipe, and maybe share it with your friends!
Friarielli & Love http://www.friarielliandlove.it/

graffe-napoletane-light

Facebooktwittergoogle_plusredditpinteresttumblrmail

Comments

comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *